fbpx
Skip to main content

2 FEBBRAIO
GIORNATA MONDIALE DELLE ZONE UMIDE
La vita sulla Terra

PERCHÉ IL 2 FEBBRAIO SI CELEBRA LA GIORNATA MONDIALE DELLE ZONE UMIDE?

Il 2 febbraio di ogni anno si celebra la Giornata Mondiale delle Zone Umide, detta anche World Wetlands Day, dedicata a lagune, stagni, laghi, paludi, risorgive. È stata scelta questa data per ricordare la Convenzione internazionale sulle zone umide firmata nella città iraniana di Ramsar
il 2 febbraio 1971.

Oggetto della Convenzione di Ramsar è la gran varietà di zone umide:
le paludi e gli acquitrini, le torbiere, i bacini d’acqua naturali o artificiali, permanenti o transitori, con acqua stagnante o corrente, dolce, salmastra o salata, comprese le distese di acqua marina la cui profondità, durante la bassa marea, non supera i sei metri. Vi sono comprese anche le aree rivierasche, fluviali o marine, come pure le isole, le distese di acqua marina con profondità superiore ai sei metri durante la bassa marea adiacenti alle zone umide o situate entro i loro confini, per la loro importanza come habitat degli uccelli acquatici ecologicamente dipendenti dalle zone umide.

L’obiettivo della Convenzione di Ramsar è la tutela internazionale delle zone umide mediante la loro individuazione e delimitazione, lo studio degli aspetti caratteristici, in particolare dell’avifauna, e la messa in atto di programmi che ne consentano la conservazione degli habitat, della flora e della fauna. Attualmente 172 Paesi hanno sottoscritto la Convenzione e sono stati designati 2.433 siti Ramsar.

La Giornata Mondiale delle Zone Umide ha la finalità di aumentare la consapevolezza sul ruolo importante che queste aree svolgono sia per le persone sia per il nostro pianeta: questi ecosistemi, oltre ad accogliere e conservare una ricca diversità biologica di piante, uccelli, mammiferi, rettili, anfibi, pesci e invertebrati, garantiscono ingenti risorse di acqua, cibo e altri servizi ecosistemici; svolgono inoltre una funzione fondamentale per la mitigazione dei cambiamenti climatici.

Il valore delle zone umide è costituito dal fatto che esse immagazzinano grandi quantità di carbonio e assorbono le piogge in eccesso, arginando così il rischio di inondazioni, rallentando l’insorgere della siccità e riducendo al minimo la penuria d’acqua.

Per questa giornata, istituzioni, organizzazioni ambientaliste, associazioni di cittadini e volontari organizzano escursioni guidate, convegni, azioni di volontariato, birdwatching, appuntamenti per far con conoscere e apprezzare le zone umide.

Collegamenti con gli Obiettivi dell’Agenda 2030
OBIETTIVO 15 – LA VITA SULLA TERRA: Proteggere, ripristinare e favorire un uso sostenibile dell’ecosistema terrestre.


DA LEGGERE, DA VEDERE

LIBRI

- Salviamo la Terra! Habitat, ecosistemi e tutela della biodiversità, di A. Pallaverri, Muse-Museo delle Scienze di Trento/Erickson
Dei bambini e uno staff di scienziati a bordo di una moderna “arca” girano il mondo alla scoperta degli ecosistemi e dell’enorme varietà degli esseri viventi. Una missione avventurosa e sorprendente, per scoprire come possiamo proteggere la nostra Terra adottando comportamenti più responsabili e sostenibili. Quaderno divulgativo realizzato in collaborazione con il Museo delle Scienze di Trento.

- Rachel Carson e la primavera dell’ecologia, di L. Novelli, Editoriale Scienza
Questo libro, con un utilissimo dizionarietto “ecologista” illustrato, non solo narra la storia di una donna, una scienziata, diventata simbolo della protezione e difesa della natura e di tutte le specie viventi, ma è anche la biografia di un’idea, quella che segna la nascita della coscienza ambientalista e che vede il pianeta come un unico, grande essere vivente da conservare e proteggere a ogni costo.

WEB

Pagina del sito web del WWF sulla giornata delle zone umide.

Link al sito di Legambiente da cui scaricare il documento “Ecosistemi acquatici” preparato per la giornata mondiale delle zone umide del 2022.

Pagina del sito web del Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica, con approfondimenti sulla convenzione di Ramsar.

Sito dedicato alla giornata mondiale delle zone umide, in inglese.

VIDEO

- GEO. Zone umide: perché sono così importanti? Da una puntata del programma televisivo Geo dedicata alla Giornata mondiale delle zone umide, l’intervista di circa 5 minuti a un responsabile WWF, che promuove la celebrazione di questa giornata con varie iniziative. Disponibile su Rai Play a questo link.

- GEO. L’importanza delle zone umide. Una puntata del programma televisivo Geo del 2021, con un’intervista di circa 5 minuti a una giovane scienziata che illustra l’importanza delle zone umide. Disponibile su Rai Play a questo link.

- I Servizi Ecosistemici nelle aree umide. Video di circa 4 minuti realizzato dal Parco del Mincio nel 2020, che spiega in maniera molto semplice i benefici degli ecosistemi delle zone umide:

- Zone umide e cambiamento climatico. Video di circa 6 minuti realizzato dal Parco Lombardo della Valle del Ticino sulle zone umide e cambiamento climatico, dedicato alla scuola secondaria di primo grado:


- I tesori nascosti delle zone umide. Video di 12 minuti realizzato dal Parco delle Alpi Cozie che illustra le torbiere, un tipo particolare di zone umide e ci mostra dei professionisti della natura al lavoro: 

FILM

- Paludi selvagge, documentario, 2019
Documentario di 51 minuti sulla vita delle zone umide finlandesi, dove vive l’oca granaiola, una specie in via d’estinzione. Disponibile su Rai Play (è necessaria la registrazione) a questo link.

- Wild Gran Bretagna, documentario
Documentario di 46 minuti sulla vita delle zone umide della Gran Bretagna, disponibile su Rai Play (è necessaria la registrazione) a questo link.